Economicità d’impresa

1. l’ignoranza fa il margine,
2. la diffusione della cultura nel consumo apre il mercato e riduce i margini
3. L’economicità aziendale sta dentro la sensibilità di spesa degli individui che ne fanno parte.
4. Le esigenze personali di chi lavora possono entrare in azienda e prendere quanto possono. Vigilare che l’egoismo non prevalga, garantisce la sopravvivenza delle organizzazioni.
5. La malattia economica e finanziaria attecchisce sul disinteresse diffuso alle sorti dell’impresa.
6. Per poter condurre un’azienda in modo economico, l’imprenditore deve dominare in ogni istante la sintesi dell’economia dei processi più importanti.

Riguardo Sandro Feole

Nato nel 1965, economista d'impresa e commercialista. Con la rete di contatti con qualificati professionisti ha costituito un crocevia di relazioni a supporto delle imprese.
Questo è stato postato in Le mie massime. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.